Fabio Colombo, Lisa N. Osmonova, Mikhail STEINBERG Il rivale di Karpov sconfitto dalla leucemia

€ 20,00

I principali avversari di Anatoly Karpov a livello giovanile erano soprattutto tre giocatori: Rafael Vaganian, Alexander Beliavsky e Mikhail Steinberg. Mikhail Botvinnik disse nel 1968: “Tra i nostri giovani promettenti soltanto due emergono: Anatoli Karpov di Tula e Mikhail Steinberg di Kharkov. Non è ancora certo che essi possano divenire Grandi Maestri del calibro di Spasski e Tal”. Se i dirigenti federali avessero dovuto scegliere qualcuno sulla base della genialità da inviare al campionato mondiale giovanile del 1969 avrebbero, invece di organizzare un torneo di qualificazione come accadde, certamente invitato Steinberg. Steinberg vinse il campionato sovietico dei giovani nel 1966 e diventò maestro all’età di quattordici anni (Karpov e Kasparov lo diventarono all’età di quindici); oltre ad essersi imposto in alcuni tornei giovanili vinse nel 1967 il campionato europeo dei giovani; inoltre oltre collezionò numerosi importanti piazzamenti in tornei assoluti. Morì prematuramente nel 1976; ridotte le partecipazioni ai grandi tornei si dedicò agli studi universitari, fu sconfitto dalla leucemia a solo ventiquattro anni. Il libro comprende oltre 100 sue partite commentate.


Antonio G. D’Agostini, STORIE DI VALNUVOLA E DI TRIESTE

€ 12,00

Storie tramandate, storie vissute, storie immaginate. E infine la Storia. Nel pomeriggio della vita i ricordi si accavallano senza ordine temporale e il paesaggio degli avi si fonde con l’ambiente triestino in un’atmosfera a tratti romantica a tratti ironica e quasi irridente. E’ il vivere antico del paesello, fra pastori e contadini, fra emigrazioni e guerre, e il vivere a Trieste dove respiri il suo grande passato, respiri la sua indole internazionale, interetnica, interreligiosa, ma tutto inserito in una quotidianità vivace e malinconica ad un tempo. E guardando il mare di Trieste viene spontaneo pensare alla storia antichissima dell’Adriatico e reinterpretare i miti greci alla luce dell’esperienza de mar dei triestini e degli istriani.

“ Cose di questo genere racconteremo accanto al fuoco,in inverno, dopo un buon pasto, sdraiati su comodi divani,bevendo vino dolce e sgranocchiando fave.- Di quale paese sei e quanti anni hai, mio buon signore?- E quanti anni avevi quando apparvero i Medi?
Senofane di Colofone, VI sec. a. C.


Inno ai Patriarchi di Giacomo Leopardi o de’ principii del genere umano.

Caterina Dominici,
Inno ai Patriarchi o de’ principii del genere umano. Presentazione di Fabio Corvatta.
€ 19,00

La concezione dell’umanità, della storia, della natura, della civiltà, del male, dell’infelicità costituisce il fondamento dell’ispirazione dell’Inno ai Patriarchi, nel quale quella concezione trova ampio e approfondito svolgimento. Nell’Inno trovarono sistemazione i risultati delle approfondite e tormentate riflessioni del Leopardi sulla vita e sul destino dell’uomo, sul divenire dell’umanità attraverso la storia, che egli andava annotando frequentemente nelle pagine dello Zibaldone.
L’uomo ama e desidera quello che non ha limite, odia e rifiuta il sensitivo, di cui conosce e individua l’esiguità. A risolvere la contraddizione tra il desiderio dell’illimitato e la realtà contingente e limitata, che quel desiderio non potrà mai appagare, interviene l’opera dell’immaginazione e delle illusioni: il fondamento dell’ispirazione de l’Infinito. A soddisfare quell’intima esigenza dell’uomo, la natura concorse con la varietà e l’indefinità. Il vario, l’indefinito, il misterioso di un paesaggio naturale, di un cielo parzialmente ricoperto da nubi in movimento, la visione di un orizzonte, contemplato da un angolo, infondono sentimenti indefiniti e piacevolissimi. L’ispirazione degli Inni aveva attinto copiosamente alla squisita sensibilità leopardiana che, di fronte agli spettacoli naturali, si commuoveva incomparabilmente, vibrando con incontaminata schiettezza. L’aspirazione era radicata nell’animo del Leopardi, trascendendo limiti di spazio e di tempo, così come l’ammirazione per le antiche epoche dell’umanità e in particolare per quella biblica dei Patriarchi.

Dizionario nòneso-ladino.

Dizionario nòneso-ladino.
Noneso-ladino – italiano e italiano – noneso-ladino
€ 22,00

Promosso dall’Accademia della lingua noneso-ladina e curato di Caterina Dominici con la collaborazione di David Wilkinson, questo dizionario della lingua nònesa-ladina ha le due varianti dal nòneso-ladino all’italiano e dall’italiano e dal nòneso-ladino. Il dizionario vuole essere di facile consultazione,maneggevole in particolare per le nuove generazioni, nelle versioni sia dell’una che dell’altra parte sono state riportate le caratteristiche principali di pronuncia e di vocali della alta Valle di Non e della media-bassa Valle di Non. Hanno collaborato poeti e scrittori appassionati ed esperti della valle e non solo, grandi conoscitori della nostra parlata ladina. Vogliamo mettere in evidenza che il dizionario si è potuto realizzare per l’iniziativa e collaborazione dell’Accademia della lingua nònesa ladina.

Coordinamento di redazione:
Sofia Zuccherato
Hanno collaborato:
Sergio Abram, Maria Rosa Brida, Francesco Canestrini,
Giovanni Corrà, Antonietta Dalpiaz, Giorgio De Biasi, Carla Ebli, Fulgenzio Facinelli, Bruno Francisci, Sergio Iob, Dolores Keller, Ferruccio Marinelli, Leonardo Paternoster, Costantino Pellegrini, Luciana Recla, Liliana Turri, Fabio Widman

http://www.giornaletrentino.it/cronaca/trento/un-dizionario-dal-noneso-ladino-all-italiano-1.1214655

http://www.trentinotv.it/news_dettaglio.php?id=19834627


http://www.giornaletrentino.it/cronaca/non-e-sole/dizionario-il-sogno-si-avvera-1.1674367

http://www.giornaletrentino.it/cronaca/non-e-sole/noneso-ladino-codificato-1.1853243

http://www.ladige.it/territori/non-sole/2019/01/02/dizionario-n-neso-ladino-giovani-ora-vendita

http://www.giornaletrentino.it/cronaca/non-e-sole/in-tv-il-dizionario-noneso-ladino-1.1879202

http://www.giornaletrentino.it/cronaca/non-e-sole/dominici-e-i-ladini-nonesi-a-canale-italia-1.1889141

Il teatro degli operai

Ezio Maria Simini,
Il teatro degli operai.
Prefazione di Mario Isnenghi.
€ 12,00

La veicolarità nell’insegnamento delle lingue straniere.

David Wilkinson,
La veicolarità nell’insegnamento delle lingue straniere.
€ 15,00

ASSALA:M ALEIKUM. La lingua urdu.

David Wilkinson,
ASSALA:M ALEIKUM. La lingua urdu.
€ 16,00

Omaggio a Leopardi.

Omaggio a Leopardi.
A cura di Franco Foschi e Rolando Garbuglia.
€ 20,00

Testi di Giosuè Carducci, Filippo Tommaso Martinetti, Giuseppe De Robertis, Giuseppe Ungaretti, Walter Binni, Leone Piccioni, Carlo Bo, Mario Fubini, Piero Bigongiari, John H. Whitfield, Luigi Alfonsi, Alberto Frattini, Paulette Refienna, Ghan Shyam Singh, Attilio Brilli, Neuro Bonifazi, Natalino Sapegno, Maria Corti, Tristano Bolelli, Bruno Biral, Margherita Guidacci, Ettore Bonora, Cesarte Gallimberti, Luigi Blasucci, Ghan Shyam Singh, Attilio Moroni, Fabio Russo, Emilio Peruzzi, Piero Bigongiari, Antonio Prete, Mario Luzi.

Giacomo Leopardi.

Nino Betta,
Giacomo Leopardi.
€ 23,00