Inno ai Patriarchi di Giacomo Leopardi o de’ principii del genere umano.

Caterina Dominici,
Inno ai Patriarchi o de’ principii del genere umano. Presentazione di Fabio Corvatta.
€ 19,00

La concezione dell’umanità, della storia,della natura, della civiltà, del male, dell’infelicitàcostituisce il fondamento dell’ispirazionedell’Inno ai Patriarchi, nel qualequella concezione trova ampio e approfonditosvolgimento. Nell’Inno trovaronosistemazione i risultati delle approfonditee tormentate rifl essioni del Leopardi sullavita e sul destino dell’uomo, sul diveniredell’umanità attraverso la storia, che egliandava annotando frequentemente nellepagine dello Zibaldone.L’uomo ama e desidera quello che non halimite, odia e rifi uta il senisitivo, di cui conoscee individua l’esiguità. A risolvere lacontraddizione tra il desiderio dell’illimitatoe la realtà contingente e limitata, chequel desiderio non potrà mai appagare,interviene l’opera dell’immaginazione edelle illusioni: il fondamento dell’ispirazionede l’Infi nito. A soddisfare quell’intimaesigenza dell’uomo, la natura concorsecon la varietà e l’indefi nità. Il vario,l’indefi nito, il misterioso di una paesaggionaturale, di un cielo parzialmente ricopertoda nubi in movimento, la visione di unorizzonte, contemplato da un angolo, infondonosentimenti indefi niti e piacevolissimi.L’ispirazione degli Inni aveva attintocopiosamente alla squisita sensibilità leopardianache, di fronte agli spettacoli naturali,si commuoveva incomparabilmente,vibrando con incontaminata schiettezza.L’aspirazione era radicata nell’animo delLeopardi, trascendendo limiti di spazio edi tempo, così come l’ammirazione per gliantiche epoche dell’umanità e in particolareper quella biblica dei Patriarchi.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento